Pedale Diy (do It Yourself) - Capire Un Overdrive

In questa sezione esperti di qualsiasi cosa (si fa per dire :-) ) posteranno topic su come costruire o autoprodursi uno strumento musicale (chitarra, amplificatore, effetti etc etc.) ... buon divertimento.
clipping
Esperto
Esperto
Messaggi: 298
Iscritto il: 18/ago/2011, 18:00
Località: Toscana, Lucca

19/gen/2012, 22:26

Più alta sarà la tensione (ovvero, più alto sarà il gain), più le parti superiore ed inferiore della curva rossa tenderanno ad essere piatte, e quindi la distorsione sarà più "dura". Lavorando invece in prossimità della tensione di soglia si hanno degli effetti di transitorio che smorzano il taglio della sinusoide, rendendo il suono più "morbido"
\nNon è proprio così ma ci si avvicina :P Immagine la sinusoide di prima...Se aumento il gain la sinusoide diventa più alta (l'ampiezza del segnale è maggiore) ma il diodo "tosa" sempre alla solita tensione quindi se provate a disegnare il grafico vi accorgerete che la parte di sinuoide che viene "tagliata" è più alta e quindi il segnale è più deformato...Più è deformato più e distorto...Analogamente se il gain è minore la parte di sinusoide che passa inalterata è maggiore quindi avremo meno distorsione....
Avatar utente
daneelolivaw
Strimpellatore
Strimpellatore
Messaggi: 254
Iscritto il: 24/giu/2011, 23:12
Località: Novara

19/gen/2012, 23:11

Ok, clipping, capito il concetto di C4.\nC5, presumo sia lì solo per evitare autoscillazioni a frequenze maggiori di quella audio.
- Michael Kelly Patriot Custom - Ibanez EX270 - Yamaha APX500 \n- Autocostruita solo single coil al manico \n- Ampli Randall RG75D G3\n- Ibanez FL9 - BOSS CH1 - Dunlop CryBaby - DS1 - HM3\n- Keyboard GEM S2 Turbo\n- Homemade: BigMuff - EchoBase - RealMcTube - Easyvibe - Treble booster - MicroAmp - Pinnacle II - RossPhaser- EA Tremolo
clipping
Esperto
Esperto
Messaggi: 298
Iscritto il: 18/ago/2011, 18:00
Località: Toscana, Lucca

19/gen/2012, 23:32

C5 lima un pò gli alti.....Se dovessi montare il circuito proverei valori più alti di C5..Ad occhio lo proverei almeno da 51 pF
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

20/gen/2012, 09:21

clipping ha scritto:
Più alta sarà la tensione (ovvero, più alto sarà il gain), più le parti superiore ed inferiore della curva rossa tenderanno ad essere piatte, e quindi la distorsione sarà più "dura". Lavorando invece in prossimità della tensione di soglia si hanno degli effetti di transitorio che smorzano il taglio della sinusoide, rendendo il suono più "morbido"
\nNon è proprio così ma ci si avvicina :P Immagine la sinusoide di prima...Se aumento il gain la sinusoide diventa più alta (l'ampiezza del segnale è maggiore) ma il diodo "tosa" sempre alla solita tensione quindi se provate a disegnare il grafico vi accorgerete che la parte di sinuoide che viene "tagliata" è più alta e quindi il segnale è più deformato...Più è deformato più e distorto...Analogamente se il gain è minore la parte di sinusoide che passa inalterata è maggiore quindi avremo meno distorsione....
\n\nDirei che un'occhiatina con l'oscilloscopio, come da te suggeritomi, non potrebbe fare altro che bene.\n\nIpotizziamo di mandare nel nostro pedale un segnale a 440 Hz (un bel LA).\n\nCon il gain basso, non raggiungiamo la tensione di soglia dei diodi, e la sinusoide si mantiene pressochè inalterata (quindi, non c'è nessuna modifica nel suono, se non un aumento di volume perchè stiamo passando da IC1 che amplifica):\n\n\n\n\nSe però alziamo il gain, superiamo la tensione di soglia dei diodi. Tutta la tensione sopra la soglia se ne va a massa, e all'output abbiamo una curva leggermente "tosata" ma dai tratti ancora molto arrotondati, per cui la maggior parte del suono originario sarà inalterato:\n\n\n\n\nSe alziamo ancora il gain, osserviamo che le pareti delle semionde sono sempre più verticali, e che la parte sopra è sempre più schiacciata, fino ad arrivare a qualcosa che assomiglia molto da vicino ad un'onda quadra (la seconda immagine):\n\n\n\n\n\nSi noti che la frequenza è sempre 440Hz, per cui la nota rimarrà sempre un LA. Tuttavia, non sarà più un suono puro. Infatti, la trasformazione operata dalla distorsione agisce come se si stessero aggiungengo armoniche superiori alla nostra fondamentale. Finchè il gain è moderato, queste armoniche sono principalmente pari, e conferiscono il classico "ingrossamento" del suono tipico degli overdrive. Via via che la forma tende all'onda quadra, inizieranno a diventare sempre più importanti le armoniche dispari, che caratterizzano il suono distorto vero e proprio.\nSe poi consideriamo che la nostra chitarra non produce note pure (come un diapason), ma note arricchite naturalmente di armoniche (che verranno anch'esse amplificate e distorte), stiamo cominciando a capire come nasce il suono assai complesso che sentiamo quando accendiamo un overdrive/distorsore.
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
Avatar utente
daneelolivaw
Strimpellatore
Strimpellatore
Messaggi: 254
Iscritto il: 24/giu/2011, 23:12
Località: Novara

20/gen/2012, 12:58

e come dice Fourier, un' onda quadra non è altro che la somma di tutte le armoniche della fondamentale.
- Michael Kelly Patriot Custom - Ibanez EX270 - Yamaha APX500 \n- Autocostruita solo single coil al manico \n- Ampli Randall RG75D G3\n- Ibanez FL9 - BOSS CH1 - Dunlop CryBaby - DS1 - HM3\n- Keyboard GEM S2 Turbo\n- Homemade: BigMuff - EchoBase - RealMcTube - Easyvibe - Treble booster - MicroAmp - Pinnacle II - RossPhaser- EA Tremolo
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

24/gen/2012, 19:34

volevo rilanciare un po' la discussione.\n\nCome abbiamo detto, la resistenza R9 e il condensatore C7 formano un "filtro passa-basso" (e dirò qualcosa in più, è un filtro passivo). Quello che succede è un po' complicato, ma il risultato è che una configurazione di questo tipo lascia passare inalterate le frequenze sotto una certa soglia e smorza progressivamente (ma abbastanza rapidamente) tutte le frequenze sopra la soglia.\n\nVediamo ora come calcolare questa soglia. Il calcolo è molto molto semplice.\n\nLa formula da applicare è:\n\nf = 1/(2*PIgreco*R*C)\n\ndove: f è la frequenza di taglio (in hertz), il PI greco è il famoso 3,1415, R è il valore della resistenza espresso in Ohm, C è la capacità del condensatore, espressa in Farad.\n\nNel nostro caso abbiamo: R9=10kOhm, ovvero 10000 (diecimila) Ohm\nC7 = 0,001 uF (micro Farad), ovvero 0,000000001 Farad\n\nSe facciamo i conti, vediamo che il nostro filtro ha una frequenza di taglio di 16000 Hertz. E' un valore molto alto, che serve sostanzialmente ad eliminare eventuali sibili.\n\nChiaramente, cambiare R9 e C7 vuol dire cambiare la frequenza del filtro, e questo può essere molto interessante per cambiare la timbrica del nostro pedale.\nSe, ad esempio, raddoppiassimo la capacità del condensatore, la frequenza di taglio scenderebbe a circa 8000 Hz... e avremmo un suono molto meno brillante (EDIT: quest'ultima frase è stata corretta in un successivo post. L'influenza sulla timbrica del suono, in queste condizioni, è minima e nel seguito si darà conto del perchè)..
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
Avatar utente
Lance
Quasi uno di noi
Quasi uno di noi
Messaggi: 545
Iscritto il: 30/apr/2011, 22:43

24/gen/2012, 21:34

La spiegazione che hai dato di come si ottiene "l'effetto overdrive" grazie ai diodi vale solo per i pedali analogici? Quelli digitali come funzionano? Leggono il segnale che arriva dalla chitarra lo trasformano in una funzione e poi cambiano la funzione in modo da ottenere l'effetto desiderato?\nUltima domanda: quando parlate di tensione vi riferite alla differenza di potenziale?
Cort KXMP1 w/ Seymour Duncan '59 & JB\nIbanez S09LTD2 w/ DiMarzio Air Norton & Tone Zone\nVisual Sound Jekyll&Hyde\nIbanez IBZ528\nYamaha C-40\n\nVendo:\n------> Rack effetti TC Electronic \n------> Epiphone Les Paul Custom del '91\n------> Bare Knuckle Painkiller\n[url]http://www.mercatinomusicale.com/mm/u_marcojetix_id281784.html[/url]
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

24/gen/2012, 21:47

La tua lettura degli effetti digitali è corretta, trasformano il segnale in bit con un campionatore, e poi elaborano matematicamente l'informazione. Infine, con un convertitore digitale-analogico lo fanno tornare un segnale audio.\n\nSì, tensione o ddp... sempre in volt si esprime.
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
clipping
Esperto
Esperto
Messaggi: 298
Iscritto il: 18/ago/2011, 18:00
Località: Toscana, Lucca

25/gen/2012, 00:52

Integrando quello che ha scritto Ian, questo filtro serve anche a evitare disturbi radio....\n\nSe si considera il valore molto elevato della frequenza di taglio di questo filtro, 16 KHz circa, in linea teorica dovremmo aumentare di parecchio il valore del condensatore prima di avere variazioni apprezzabili nella timbrica dell'effetto...Raddoppiarlo non basterebbe, perchè il range delle frequenze della chitarra passerebbe lo stesso inalterato..Sarebbe interessante fare delle prove comparative tra chitarra e qualche strumento con un estensione delle frequenze alte maggiore.\n\nL'unica su cui non sono molto d'accordo e sul fattore attenuazione...Un filtro come quello in esame attenua tutte le frequenze oltre la f.d.t. (frequenza di taglio) ma in maniera abbastanza blanda.... :P
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

25/gen/2012, 10:07

In effetti... a frequenze così alte l'attenuazione è davvero blanda... :-P , inizia a lavorare in pratica sulle frequenze ultrasoniche. Se si aumentasse il consensatore di 4-8-16 volte allora il filtro sarebbe molto più efficace, concordo. Avevo detto una mezza minchiata\n\nEDIT (vedo di recuperare la figuraccia): l'attenuazione di un filtro di questo tipo è per bande di ottava. In soldoni, l'ampiezza del segnale si dimezza quando la frequenza raddoppia. In realtà, il filtro inizia a lavorare un po' prima della frequenza di taglio, e in particolare un'ottava prima, durante la quale si ha una riduzione di 1/(radice.quadrata(2)). Quindi, nel nostro caso, fra 8000 e 16000 Hertz di ha una riduzione progressiva con la frequenza fino al 30% dell'ampiezza, e poi l'ampiezza si dimezza ogni ottava. Nel nostro caso però, l'ottava superiore a 16kHz è 32 kHz ... che è ben oltre la soglia di udibilità (20kHz).
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

27/gen/2012, 17:20

altra "pillolina" sui filtri.\n\nIl condensatore C5 e la resistenza R8 formano anch'essi un filtro passa-basso, questa volta però attivo. Si differenzia da quello passivo perchè agisce direttamente sull'amplificatore operazionale, e quindi fa in modo che alcune frequenze vengano amplificate meno di altre. In pratica, agisce alla fonte del segnale amplificato. Per contro il filtro passivo "filtra" un segnale già amplificato.\n\nLa formula da utilizzare per il calcolo della frequenza di taglio è sempre la stessa, e continuano a valere tutte le implicazione sul modo in cui il filtro opera in funzione delle frequenze. Se facciamo due conti, vediamo che R8 è 1MOhm (mega ohm) = 1.000.000 ohm, mentre C5 è 25pF (pico Farad) = 0,000000000025 Farad. Applicando la formula, troviamo che la frequenza di taglio fc è pari a circa 6400 Hz.\nSulla base di quello che abbiamo detto prima, il filtro agisce in questo modo: da 3200 a 6400 Hz si ha una blanda attenuazione, che a 6400Hz è pari al 30% in meno rispetto al segnale originale. Da 6400Hz l'ampiezza del segnale si dimezza ogni volta che la frequenza raddoppia.\n\nQuesto filtro, quindi, smorza le frequenze più alte del segnale in quell'intervallo su cui tipicamente agisce il controllo "Presence".\n\nE' interessante notare che, nella prima versione di questo pedale (il DOD 250, Gray Box, che è il modello utilizzato da Malmsteen durante tutti gli anni 80 e pure dopo), mancava il condensatore C5. Il suono quindi risultava leggermente più "brillante", mentre nel nostro modello il suono sarà leggermente più "rotondo".
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
clipping
Esperto
Esperto
Messaggi: 298
Iscritto il: 18/ago/2011, 18:00
Località: Toscana, Lucca

27/gen/2012, 23:11

Vi ricordate che abbiamo parlato dei diodi D1 e D2 come dei responsabili della "tosatura" del segnale che causa la distorsione?\nQuella tosatura si chiama, in inglese, "clipping" (vi ricorda nulla? :P )..Forse qualcuno avrà sentito parlare di clipping simmetrico o asimmetrico...\nBene, per farla breve, il clipping simmetrico si ha quando il segnale viene tosato in maniera identica sia nella sua parte positiva che nella sua parte negativa..Quello asimmettrico si ha quando il segnale viene tosato in maniera diversa, questo fa si che il suono sia più simile a quello di una valvola...Occhio ho detto più simile NON identico...\nNel nostro caso per ottenere il clipping asimmetrico basterebbe mettere in serie a D1 o D2 un altro diodo identico..In questo modo una parte del segnale (positivo o negativo...Dipende da dove mettere il diodo aggiuntivo) andrebbe in distorsione ad un livello di tensione diverso rispetto all'altra parte del segnale..Un'altra possibilità è quella di usare al posto di D1 o D2 un altro tipo di diodo (l'altro diodo sarà quello originale)...Una terza usare un mosfet usato come diodo al posto di D1 o D2(l'altro diodo sarà quello originale)...Ecc ecc...\nVi Suggerisco di provare le varie combinazioni potreste avere gradite sorprese...:-)
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

28/gen/2012, 13:18

clipping ha scritto:Vi ricordate che abbiamo parlato dei diodi D1 e D2 come dei responsabili della "tosatura" del segnale che causa la distorsione?\nQuella tosatura si chiama, in inglese, "clipping" (vi ricorda nulla? :P )..Forse qualcuno avrà sentito parlare di clipping simmetrico o asimmetrico...\nBene, per farla breve, il clipping simmetrico si ha quando il segnale viene tosato in maniera identica sia nella sua parte positiva che nella sua parte negativa..Quello asimmettrico si ha quando il segnale viene tosato in maniera diversa, questo fa si che il suono sia più simile a quello di una valvola...Occhio ho detto più simile NON identico...\nNel nostro caso per ottenere il clipping asimmetrico basterebbe mettere in serie a D1 o D2 un altro diodo identico..In questo modo una parte del segnale (positivo o negativo...Dipende da dove mettere il diodo aggiuntivo) andrebbe in distorsione ad un livello di tensione diverso rispetto all'altra parte del segnale..Un'altra possibilità è quella di usare al posto di D1 o D2 un altro tipo di diodo (l'altro diodo sarà quello originale)...Una terza usare un mosfet usato come diodo al posto di D1 o D2(l'altro diodo sarà quello originale)...Ecc ecc...\nVi Suggerisco di provare le varie combinazioni potreste avere gradite sorprese...:-)
\n\n\nPotresti spiegare come deve essere usato il mosfet per creare la distorsione? Perchè i diodi sono dei dipoli, mentre il mosfet di piedini ne ha 3.
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
clipping
Esperto
Esperto
Messaggi: 298
Iscritto il: 18/ago/2011, 18:00
Località: Toscana, Lucca

28/gen/2012, 21:43

Collega insieme il drain e il gate e magicamente i piedini non sono più 3 :P ...
Avatar utente
hardcore_ra
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 157
Iscritto il: 10/lug/2010, 00:54
Località: Roma

31/gen/2012, 17:37

Prendendo spunto da questa discussione, ho decisodi creare una piccola simulazione di un distorsore, che penso sia utile a capire come funziona.\nIl funziona del programmino è semplice: ci sono due controlli Level e Gain.\nIl primo decide quanta corrente arriva all'output (e quindi all'ampli), il secondo decide quanta corrente arriva al circuito di clipping e quindi la distorsine.\nInfine c'è un terzo controllo, che non fa altro che variare la sorgente, ovvero da una sorgente a frequenza fissa o a frequenza variabile.\nOvviamente questo è un modello molto semplificato (mancano l'amplificazione, i filtri e qualcos' altro) ma è basato sull'overdrive trattato in questa discussione, anche se ho dovuto giocare un po' sui i numeri ;) .\nRingrazio il creatore del simulatore e chi ha scritto in questo topic, che mi ha aiutato molto nel realizzare questo circuito.\n\nLink: Distorsore
[color=#FF0000][b][size=100]Chitarra[/size][/b][/color][b][color=#FF0000]:[/color][/b] Ibanez RG350EX\n[b][color=#FF0000]Ampli:[/color][/b] Peavey Vypyr 15\n[b][color=#FF0000]Plettro:[/color][/b] Fender XH 1.14mm, Ibanez Paul Gilbert\n[b][i]"[/i][/b] [b]B[/b]ut how we survive, is what makes us who we are [b][i]"[/i][/b]\n [i][b]S[/b]urvive[/i] - [b]R[/b]ise [b]A[/b]gainst\n:rock:\n[img]http://img502.imageshack.us/img502/7669/4204.png[/img]\n[img]http://img718.imageshack.us/img718/7327/6542.png[/img]
Avatar utente
Ian
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 08/mar/2005, 16:56
Località: Milano

31/gen/2012, 19:25

fico !\n\nsto cercando di capirci qualcosa... sono leeeento in queste cose :-P
Overload Guitars Themis
Overloud TH-U

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 1991 e 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC
Avatar utente
hardcore_ra
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 157
Iscritto il: 10/lug/2010, 00:54
Località: Roma

01/feb/2012, 13:51

Sul sito c'è della documentazione, comunque per inziare puoi fare cosi:\n1- clicca su "circuits->blank circuit" e apparirà uno schermo vuoto.\n2 - clicca con il destro e apparirà la lista di componenti che puoi usare.\n3 - una volta aggiunto il componente clicca con il destro su di esso, quindi su "edit" per modificare le qualità dell'elemento.\nDetto questo, usa i circuiti già inseriti per capire come funzionano le varie cose e soprattutto prova e riprova!
[color=#FF0000][b][size=100]Chitarra[/size][/b][/color][b][color=#FF0000]:[/color][/b] Ibanez RG350EX\n[b][color=#FF0000]Ampli:[/color][/b] Peavey Vypyr 15\n[b][color=#FF0000]Plettro:[/color][/b] Fender XH 1.14mm, Ibanez Paul Gilbert\n[b][i]"[/i][/b] [b]B[/b]ut how we survive, is what makes us who we are [b][i]"[/i][/b]\n [i][b]S[/b]urvive[/i] - [b]R[/b]ise [b]A[/b]gainst\n:rock:\n[img]http://img502.imageshack.us/img502/7669/4204.png[/img]\n[img]http://img718.imageshack.us/img718/7327/6542.png[/img]
Avatar utente
Maggot
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1163
Iscritto il: 13/dic/2008, 01:00
Località: Roma

01/feb/2012, 15:24

Fantastico!! Ti ringrazio davvero!
PRS SE Custom 22 (2008) • Squier Jagmaster Vista Series MIJ (1997) • Ibanez Performer PF200 MIJ (1978) • Ibanez AEG10E • Guitarreros\nEM-Drive (DIY)Tube Screamer (DIY) • Boss ME-70 • TC-Electronic Hall Of Fame • Alesis Quadraverb (1989) • Ebow • Cello bow\nFender Frontman 212R • Roland MobileCube
Rispondi